Fare sesso fa bene alla prostata?

E’ vero che il sesso frequente riduce il rischio di tumore alla prostata?

Da uno studio americano sembrerebbe emergere che frequenti eiaculazioni (sia per rapporti sessuali sia attraverso masturbazione) possano ridurre il rischio di sviluppare un tumore alla prostata. Circa 32.000 uomini sono stati seguiti nel tempo e a 4.000 di questi è stato diagnosticato un tumore alla prostata.

E’ stato osservato che gli uomini che intorno ai 20 anni avevano eiaculazioni più frequenti (almeno 21 eiaculazioni al mese) avevano il 19% di probabilità in meno di sviluppare un tumore alla prostata rispetto agli uomini che eiaculavano meno di sette volte al mese. Allo stesso modo, gli uomini 40enni che eiaculavano più spesso avevano il 22% in meno di probabilità di ricevere una diagnosi di cancro alla prostata.

Da un secondo studio sembra emergere però che un numero più alto di partner possa al contrario aumentare il rischio di sviluppare un tumore alla prostata. Questo con molta probabilità è dovuto al fatto che ci si espone ad un maggior rischio di contrarre infezioni per via sessuale.

Tuttavia è presto per valutare i benefici del sesso come prevenzione del tumore alla prostata. I meriti di una eiaculazione frequente attraverso il sesso o la masturbazione derivano probabilmente, in parte, da altri fattori che contribuiscono a una buona salute, come un migliore stile di vita.

Sembra inoltre che una buona attività sessuale possa aiutare ad abbassare la pressione arteriosa e ad avere una migliore qualità del sonno. Oltre a bruciare calorie, la produzione di testosterone collegata all’attività sessuale rafforza ossa e muscoli, mentre la produzione di endorfine abbassa i livelli di stress.

Le patologie della prostata possono invece influenzare negativamente la vita sessuale di chi ne  soffre, causando problemi come disfunzione erettile o eiaculazione precoce. Da questo punto di vista, il sesso non serve solo a stare bene, ma viceversa alcuni problemi che interessano la sfera sessuale possono essere una spia di qualche problema più importante, anche alla prostata.

referenza:

http://www.europeanurology.com/article/S0302-2838(16)00377-8/abstract/ejaculation-frequency-and-risk-of-prostate-cancer-updated-results-with-an-additional-decade-of-follow-up

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12597946

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.